Il Terzo Gemello [Ken Follett]

Una foto pubblicata da Mik (@meekhayla) in data:

Il Terzo Gemello

Trama: Una giovane scienziata sta svolgendo una ricerca sulla formazione della personalità e sulle differenze di comportamento tra gemelli. Improvvisamente, quando scopre due gemelli assolutamente identici , ma nati da madri diverse, si accorge che qualcuno sta cercando di fermarla in tutti i modi. Perché le sue indagini mettono in allarme una società di punta nel campo della biogenetica? E’ possibile che esperimenti segreti di clonazione siano stati condotti su cavie umane inconsapevolmente? E in che modo è coinvolto nella vicenda anche un candidato alla presidenza degli Stati Uniti?
Autore: Ken Follett
Pubblicazione: 01 Gennaio 1997
Titolo originale: The Third Twin
Numero di pagine: 511
Editore: Mondadori
ISBN: 9788804436157
Prezzo: da 3,00 €

“Scatti in rete a caccia di consensi”

selfie
 

“Scatti in rete a caccia di consensi” – I giovani snobbano i rischi e gli adulti danno il cattivo esempio.

Leggiamo l’analisi di Maura Manca, psicoterapeuta direttore del portale AdoleScienza.it

La molla è la “costante ricerca dell’approvazione”, unita a una “totale sottovalutazione del limite tra privato e pubblico” nel complesso rapporto tra giovanissimi, smartphone e mondo dei social.

C’è un utilizzo eccessivo dello strumento da parte degli adolescenti?
“Il problema è che sono costantemente connessi e comunicano sempre con chat, messaggistica istantanea, video, foto. E così spesso perdono le componenti relazionali ed emozionali che consentono di gestire meglio i rapporti.

Problema di tempo e di qualità quindi?
“Sì, per esempio è in crescita il fenomeno della connessione pressoché continua anche di notte. E questo peggiora la qualità del sonno, l’umore, la capacità di concentrazione”.

Cosa postano i ragazzi sui social?
“Di tutto. Per loro è normale condividere ciò che riguarda la vita quotidiana: mentre studiano, mentre sono in bagno, anche foto intime”.

Con una totale sottovalutazione dei pericoli.
“Purtroppo è così. Si parte dai challenge, dalle sfide nel nome del rischio o delle bevute alcoliche, si arriva alle immagini del proprio corpo. Tutto con un obiettivo principale: la ricerca di popolarità, di follower, di like. E senza la capacità di capire che quelle immagini possono in un attimo comparire nei telefonini di chiunque”.

Perché l’invio anche di immagini intime? Da cosa nasce?
“Si torna sempre al bisogno di approvazione, al pensiero che con quelle immagini si può conquistare l’altra persona. Ho seguito molti casi del genere: in alcuni cellulari di ragazzini ho trovato veri e propri database di immagini intime femminili. C’è uno scambio impressionante di materiale tra di loro”.

Ma come si può intervenire?
“Dobbiamo spiegare quali sono i rischi, mostrando casi concreti. Per esempio quando quegli scatti arrivano ai genitori o a un professore, la vergogna è massima. E bisogna far capire che dietro un’immagine virtuale, c’è sempre una persona reale. Non bisogna mai fidarsi, soprattutto quando parliamo di giovanissimi anche di 12-13 anni che hanno già il cellulare e profili social a tempo pieno. Vanno responsabilizzati ad un uso corretto”.

Con una riduzione dell’utilizzo?
“Anche, ma ormai è difficile eliminarlo. I ragazzi devono allora capire che hanno in mano uno strumento potentissimo, da usare in modo adeguato e non patologico”.

Gli adulti in cosa sbagliano?
“Spesso sono un pessimo esempio, perché sono i primi a vivere costantemente al telefono. Ma se passa il messaggio che quella è la normalità, per un adolescente sarà normale riversarvi tutta la propria esistenza”.

[fonte: Una vita da social]

[Pokémon] I Pikachu in Lego più grandi del mondo!

Lego PikachuQuello che vedete in foto è uno dei due Pikachu più grandi del mondo realizzato interamente coi celeberrimi mattoncini Lego! L’arduo compito è stato portato a termine da Game Mania, un’azienda olandese che si occupa di modellismo. Ecco il video che mostra la realizzazione della coppia di Pikachu:

 

 

Oltre la coppia, è stato realizzato anche un modellino di Charmander, ma di dimensioni più contenute.
Per realizzare ognuno dei due Pikachu, alti entrambi circa un metro e mezzo, sono stati necessari ben 25000 mattoncini e sono in vendita. Il ricavato verrà poi devoluto in beneficenza.

Altre foto delle due costruzioni le potete trovare nell’articolo dedicato, sul sito ufficiale.

[Cani] Come difendere dal freddo i nostri quattrozampe?

Snow Dog

Date le bassissime temperature di questi giorni che imperversano un po’ in tutta Italia, oggi vi propongo degli articoli un po’ datati ma sempre attualissimi sull’argomento… e soprattutto utilissimi! Provengono tutti dallo stesso sito, gestito da educatori ed addestratori cinofili. Buona lettura!

Trasmutazione alchemica: buono regalo ➡ libri

Un regalo natalizio molto molto molto gradito? Un buono-acquisti in libreria! Non vedevo l’ora di utilizzarlo, ma ci sono riuscita solo ieri “grazie” alla simpaticissima influenza che sta imperversando in questo periodo! Ed ecco i miei nuovi libri:

Libri Natale 2016

Spero di aver pescato bene e di riparlarne presto su queste pagine!