Ascoltate, allora. Nel recarmi qua io naturalmente decisi di recitare una parte.

Ascoltate, allora – fece Pjotr Stepanovič, dimenandosi più che mai. – Nel recarmi qua – voglio dire qua in genere, in questa città, dieci giorni orsono – io naturalmente decisi di recitare una parte. La cosa migliore sarebbe di non recitare nessuna parte, ma di mostrare il proprio volto, non è vero? Non c’è maggiore astuzia che di mostrare il proprio volto, perché nessuno ci crede. Io, se ve lo devo dire, volevo far la parte dello scemo, perché è più facile far lo scemo che mostrare il proprio volto; ma dato che lo scemo rappresenta sempre un estremo, e gli estremi eccitano la curiosità, mi son fermato definitivamente sul mio proprio volto. Beh, e qual è il mio proprio volto? L’aurea via di mezzo: né stupido né intelligente, abbastanza povero di ingegno, uno che vive nelle nuvole, come dicono qui le persone di giudizio: è così?

[Fëdor Dostoevskij – I demoni]

Precedente Foto di Mik #22 [Spring is near] Successivo Io parlo sempre molto, cioè dico molte parole