[Foto] Ancona, 02.09.2017

Ancona, serata del 02 Settembre 2017. Foto scattate con Asus Zenfone 3.
Mi trovavo lì per cenare in un All-You-Can-Eat che non aveva ancora avuto il piacere di una mia visita, cena a cui poi è seguita la classica passeggiata digestiva.

Un post condiviso da Mik (@meekhayla) in data:

Tramonto con vista sul Porto, con le navi in allestimento per la prossima crociera. Sulla sinistra, l’Arco di Traiano, costruito nel I° secolo dall’imperatore Traiano.

Un post condiviso da Mik (@meekhayla) in data:

La Fontana dei Cavalli in Piazza Roma, una delle più conosciute fontane della città. La fontana è costituita da tre vasche concentriche e di dimensione crescente andando dall’alto in basso. Inalto è collocato un putto, detto popolarmente “pupo di San Nicola”.

Un post condiviso da Mik (@meekhayla) in data:

Una delle quattro piazze principali di Ancona: Piazza Cavour. Questa piazza ha avuto fortune alterne e nel 2016, dopo un periodo di degrado, è stata oggetto di importanti restauri e modifiche, che hanno anche permesso di renderla fruibile ai disabili e ai non vedenti.

Un post condiviso da Mik (@meekhayla) in data:

Il Teatro delle Muse. Il più grande teatro marchigiano ed il 13° in Italia per capienza. Si trova nel centro della città, nei pressi di uno degli ingressi principali del porto. Vi si svolge una stagione operistica e di balletto, una di musica sinfonica, una concertistica, una di prosa, oltre ad una rassegna jazz.

Un post condiviso da Mik (@meekhayla) in data:

Il Monumento ai Caduti situato in fondo al Viale della Vittoria e che si affaccia sulla più famosa delle spiagge anconetane, la Spiaggia del Passetto, a cui è collegato attraverso delle scalinate.

Spero di tornarci presto, ma di giorno!

Si regalano libri ed io arrivo subito!

I gruppi utili di Facebook: quelli fatti (anche) di persone che regalano libri! Qualche giorno fa ho risposto all’annuncio di una ragazza che regalava alcuni libri, peccato che io sia arrivata seconda nei commenti al post e per questo ho dovuto accontentarmi di ciò che era rimasto. Ci siamo viste oggi e mi ha regalato tre volumi:

  • “La ragazza e l’inquisitore” [Ars Magica] di Nerea Riesco;
  • “Il canto della sciamana” [Journal d’une apprentie chamane] di Corine Sombrun;
  • “Il Circolo Dante” [The Dante Club] by Matthew Pearl.

Un post condiviso da Mik (@meekhayla) in data:

[Foto] Fabriano, 20.08.2017

Fabriano, pomeriggio del 20 Agosto 2017. Foto scattate con Asus Zenfone 3.

Un post condiviso da Mik (@meekhayla) in data:

Un post condiviso da Mik (@meekhayla) in data:

Un post condiviso da Mik (@meekhayla) in data:

Un post condiviso da Mik (@meekhayla) in data:

Un post condiviso da Mik (@meekhayla) in data:

Un post condiviso da Mik (@meekhayla) in data:

Un post condiviso da Mik (@meekhayla) in data:

[Shopping] Asus Zenfone 3

E rieccomi qui dopo quasi un mese di assenza! Alla fine di giugno ho trovato lavoro e quindi il tempo per il blog si è enormemente ridotto (come il tempo per leggere, Belli e Dannati è ancora lì). La cosa positiva sono ovviamente i denari e finalmente ho potuto sostituire il mio vecchio Wiko Heaven con un Asus Zenfone 3!

All’apertura il pacco si presentava così:

Lo smartphone si trovava in un vero e proprio cofanetto, imballato in pellicola trasparente:

Si nota l’adesivo di TIM perchè lo Zenfone con le caratteristiche che desideravo io era disponibile solo con brand TIM. Il modello no-brand aveva caratteristiche inferiori circa la memoria RAM e la ROM (conosciuta semplicemente come “memoria”). L’unico “fastidio” è lo sfondo TIM all’accensione e nella schermata di blocco, per il resto non c’è alcuna differenza col no-brand. Io lo uso senza problemi con una SIM di 3.

Aprendo il cofanetto troverete subito lo smartphone, quindi attenzione che a farlo scivolare per terra ci vuole un nanosecondo! Sollevando lo smartphone troviamo un blister con garanzia, istruzioni e chiavetta per gli slot sim e scheda SD:

Sotto il blister, gli accessori dello smartphone: caricabatteria con cavetto USB e cuffie. Ogni pezzo ha la sua bustina trasparente:

Ed ecco lo Zenfone imballato anch’esso in una bustina trasparente (e scivolosa!):

Qui senza bustina protettiva:

La qualità delle foto non è eccelsa perchè sono state scattate col vecchio cellulare!

Cosa mi ha spinto verso l’Asus Zenfone 3? Perchè aveva quello che cercavo in termini di RAM, ROM e potenza della batteria, abbinate ad un buon prezzo: 270 €. Altre marche con caratteristiche simili (o anche leggermente inferiori) hanno prodotti non alla portata delle mie tasche. Inoltre, sui siti specializzati in smartphone, l’Asus Zenfone 3 ha buone recensioni che concordano sulla validità del prodotto e sul rapporto qualità/prezzo. Al momento non riesco ad esprimermi sulla fotocamera: ha 16 megapixel ma riuscire a fare una foto non mossa si sta rivelando difficile, ma dato che ce l’ho da pochi giorni credo sia colpa mia e che abbia bisogno di fare più pratica… Quelle poche foto risultate poi nitide sono uno spettacolo!

Caratteristiche tecniche
Sistema Operativo: Android 7.0
Fotocamera anteriore: 8 megapixel
Fotocamera posteriore: 16 megapixel
Risoluzione massima: 1920×1080
Display: 5,5 pollici
RAM: 4 GB
Memoria: 64 GB espandibile fino a 128 GB con SD-Card
Batteria: 3000 mAh
Velocità processore: 2GHz

Arrivederci alla prossima!