Stoner [John Williams]

Ho terminato La Ragazza del 6E in 3 giorni, devo ammettere che mi aspettavo un libro diverso e meno coinvolgente… invece mi ha sorpreso!
Adesso invece, dopo un piccolo stop, riparto con un libro che è diventato famosissimo, letto e riletto da chiunque (tranne me)! Approfittando della collana Novecento nel Duemila, ecco che cerco di colmare questa lacuna.

Stoner [John Williams]

Stoner

Trama: William Stoner ha una vita che sembra essere piatta e desolata. Non si allontana mai più di centocinquanta chilometri da Booneville, il piccolo paese rurale in cui è nato; mantiene lo stesso lavoro per tutta la vita; per quasi quarant’anni è infelicemente sposato alla stessa donna; ha sporadici contatti con l’amata figlia e per i suoi genitori è un estraneo; per sua ammissione ha soltanto due amici, uno dei quali morto in gioventù. Non sembra materia troppo promettente per un romanzo e tuttavia, in qualche modo, quasi miracoloso, John Williams fa della vita di William Stoner una storia appassionante, profonda e straziante.
Autori: John Williams
Pubblicazione: 2018
Titolo originale: Stoner
Numero di pagine: 271
Editore: Gruppo Editoriale L’Espresso (La Biblioteca di Repubblica/L’Espresso)
Prezzo: da 9,99 €

Le Frontiere della Scienza

Le Frontiere della Scienza

Le Frontiere della Scienza è un’opera composta da 60 volumi, ognuno dei quali illustra i progressi e i traguardi raggiunti dalla ricerca scientifica. Potete acquistarla in edicola (prima uscita 2,99 €; dalla seconda in poi a 9,90 €) oppure online (e potrete riceverla direttamente a casa).

Le Frontiere della Scienza svela ai lettori le ultime conquiste scientifiche in modo appassionante, con un linguaggio sempre chiaro ma rigoroso. I testi divulgativi sono arricchiti da apparati scientifici che, grazie a tavole illustrate, fotografie e infografiche, danno un quadro completo ed esaustivo di ciascun argomento trattato. Un modo nuovo e stimolante di spiegare la scienza che ci racconta il passato per capire insieme il futuro.

📚 I primi titoli della collana sono:
☑️ Il Cervello Decifrare e potenziare il nostro organo più complesso
☑️ Intelligenza Artificiale La strada verso la superintelligenza
☑️ Il Genoma Umano Riscrivere il nostro codice genetico
☑️ La Coscienza La più enigmatica delle funzioni cerebrali
☑️ Tecnologie Quantistiche La scienza che rivoluzionerà le nostre vite
☑️ L’Origine della Vita La comparsa dei primi organismi
☑️ La Nanomedicina La rivoluzione della medicina su scala molecolare
☑️ L’Antimateria Alla ricerca del riflesso occulto della materia

📚 Altri titoli della collana:
☑️ La Memoria Le connessioni neuronali che racchiudono il nostro passato
☑️ Il Codice Genetico Il segreto della vita
☑️ La Colonizzazione Spaziale Il futuro dell’umanità nel cosmo
☑️ L’Epigenetica Come l’ambiente modella i nostri geni
☑️ La Biorigenerazione La sfida di generare organi umani
☑️ La Fisica del Tempo La possibilità matematica di viaggiare nel tempo
☑️ Il DNA Spazzatura La materia oscura del nostro genoma
☑️ L’Elettricità del Cervello I segreti dell’attività cerebrale
☑️ La Fusione Nucleare Replicare l’energia delle stelle
☑️ La Creazione della Vita La progettazione di organismi artificiali
☑️ La Rigenerazione Neurale La sfida di creare nuovi neuroni
☑️ Il Lato Oscuro dell’Universo Di cosa è fatto il cosmo?
☑️ Evoluzione e Genetica Passato e futuro dei nostri geni

Novecento nel Duemila

Novecento nel Duemila

Novecento nel Duemila – Storie di ieri che hanno spiccato il volo oggi è la nuova collana del gruppo Repubblica – L’Espresso, che dal 6 gennaio 2018 al 18 aprile 2018 porterà in edicola ben 15 romanzi scritti nel Novecento diventati famosi nel secolo successivo, cioè durante gli anni 2000.

Ho scoperto casualmente questa nuova collana appena due giorni fa, ma fortunatamente sono riuscita a recuperare la prima uscita del 6 gennaio (Stoner di John Williams) e ieri ho preso la seconda, La famiglia Karnowski di Israel Joshua Singer.

Il calendario delle uscite è così strutturato:

🔖 6 gennaio: Stoner di John Williams
🔖 13 gennaio: La famiglia Karnowski di Israel Joshua Singer
🔖 20 gennaio: Il lungo sguardo di Elizabeth Jane Howard
🔖 27 gennaio: Una questione privata di Beppe Fenoglio
🔖 3 febbraio: Zia Mame di Patrick Dennis
🔖 10 febbraio: Eureka Street di Robert McLiam Wilson
🔖 17 febbraio: Suite Francese di Irène Némirovsky
🔖 24 febbraio: Notte fantastica di Stefan Zweig
🔖 3 marzo: L’eredità di Eszter di Sándor Márai
🔖 10 marzo: L’arte della gioia di Goliarda Sapienza
🔖 17 marzo: Un incantevole aprile di Elisabeth Von Arnim

La Ragazza del 6E [A. R. Torre]

Stop alla trilogia di Maze Runner, devo recuperare il resto della storia! Adesso è il turno di un thriller acquistato un po’ di tempo fa nelle solite bancarelle che costituiscono una buona parte del mio terreno di caccia…

Un post condiviso da Mik (@meekhayla) in data:

La Ragazza del 6E

Trama: Una città indefinita degli Stati Uniti, un condominio qualunque, un interno anonimo: il 6E. Lì vive Deanna Madden, alias JessRiley19, il nome con cui si guadagna da vivere. Centinaia di uomini fanno la fila per pagare le sue prestazioni sessuali davanti alla webcam. Da tre anni non esce dall’appartamento in cui si è volontariamente reclusa, privandosi del contatto con la realtà esterna, con qualunque essere umano. Una scelta per proteggere se stessa e gli altri. Perché il suo segreto, la sua ossessione, sono più inconfessabili di quelli dei suoi clienti. Un giorno, però, accade qualcosa. Qualcosa che attiva in Deanna risorse ed emozioni che credeva perdute. Qualcosa più forte dei suoi demoni, delle sue stesse difese. E che la spinge a uscire…
Autori: A. R. Torre
Pubblicazione: 2014
Titolo originale: The Girl in 6E
Numero di pagine: 308
Editore: BookMe
ISBN: 9788851121907
Prezzo: da 6,99 €

Maze Runner – La fuga [James Dashner]

Primo libro del 2018 e secondo libro della trilogia di Maze Runner, acquistato qualche mese fa insieme al primo volume, Maze Runner – Il Labirinto. Il primo volume mi è piaciuto più di quanto mi aspettassi, anche se la storia era un po’ prevedibile!

Maze Runner – La Fuga

Trama: Il Labirinto e i viscidi Dolenti sono ben poca cosa se paragonati alla lunga marcia che la malefica organizzazione denominata C.A.T.T.I.V.O. ha pianificato per i pochi sopravvissuti che tiene prigionieri, i Radurai, attraverso la Zona Bruciata. La squallida landa inaridita da un sole accecante è sferzata da tempeste di fulmini, e popolata da esseri umani che l’Eruzione, il temibile morbo che rende folli, ha ridotto a zombi assetati di sangue. Nelle due settimane in cui dovranno percorrere i centocinquanta chilometri che li separano dal porto sicuro, la loro meta, tra cunicoli sotterranei infestati da sfere metalliche affamate di teste umane e creature senza volto dagli artigli letali, i Radurai dovranno dar prova del loro coraggio e dar voce al loro istinto di sopravvivenza. In questo scenario di desolazione, superando le insidie di città fatiscenti e foreste rase al suolo, il viaggio verso il luogo misterioso in cui potranno ottenere la cura che salverà loro stessi e il mondo diventerà per Thomas, Brenda, Minho e gli altri un percorso di scoperta del proprio mondo interiore, del limite oltre il quale è possibile spingere le proprie paure.
Autori: James Dashner
Pubblicazione: 2016
Titolo originale: The Scorch Trials
Numero di pagine: 412
Editore: Fanucci Editore
ISBN: 9788834730843
Prezzo: da 8,00 €

Sea Hero Quest: come ratti da 70 kg!

Avrei dovuto alzare i grandi glutei dal divano e portarli in giro per la città a smaltire le mille mila calorie ingurgitate in questi giorni? Avrei dovuto dare il buon esempio ai piccini e farmi vedere impegnata nella lettura di un libro? Forse, ma non me ne vergogno affatto.

Sea Hero Quest non è un videogame qualsiasi ma la più grande raccolta dati della storia sull’uso della memoria spaziale: nel gioco piloto una barchetta in un labirinto marino e intanto la applicazione trasmette ai server tempi e modi del mio navigare, insieme ad alcune informazioni su di me (sesso, età e nazionalità) I miei dati, analizzati insieme ai dati di altri giocatori (al momento siamo in 3 milioni), serviranno ad ottenere informazioni essenziali per la ricerca sulla demenza senile, patologia in cui la memoria spaziale è tra le prime cose a deteriorarsi.

Ecco, forse non tutti saranno d’accordo con me, ma io trovo che questo sia un esempio di come la tecnologia e il progresso cambieranno il modo di produrre risultati scientifici, aumentandone qualità e quantità lavorando direttamente sull’uomo. Dieci anni fa sarebbe stato impensabile ottenere dati in questo modo, su una scala così larga e con una velocità simile (vi immaginate prendere tre milioni di persone e condurle in un labirinto vero per vedere come si comportano?) Volevate un esempio di ricerca senza animali che non sia un classico trial clinico farmacologico? Eccolo!

E a questo punto arriva la domandina impertinente: quanti sacrifici animali ha risparmiato la ricerca con il videogame?? Ehm… probabilmente ancora nessuno. Nella ricerca sulla memoria spaziale, i modelli animali (specie quelli geneticamente modificati) costituiscono e costituiranno una fonte di dati importantissima, chi ha tempo e voglia può leggere questa review oppure guardare questo video.

Leggendo leggendo c’è un particolare che mi ha incuriosito davvero tanto: la forma di alcuni labirinti proposti nel gioco, il tipo di dati raccolti e l’uso dei punti di riferimento sono identici a quelli degli studi fatti sui ratti e topi. Quindi applichiamo tutto quello che abbiamo imparato sulla ricerca con gli animali per fare una ricerca su un ratto da 70 Kg, sembra banale ma in realtà è una cosa davvero importante.

Happy new year e giocate un po’ anche voi!

Sea Hero Quest

[post di Gaia Monti su Animalisti, Animali e Ricerca]

Maze Runner – Il Labirinto [James Dashner]

Primo libro della trilogia di Maze Runner, acquistato qualche mese fa insieme al secondo volume, Maze Runner – La fuga. Probabilmente l’ultimo libro che leggerò nel 2017!
Ho terminato due giorni fa la lettura de Il canto della sciamana e ho voluto cambiare decisamente genere, anche se il libro della Sombrun non mi è dispiaciuto!

Maze Runner – Il Labirinto

Trama: Quando Thomas si risveglia, le porte dell’ascensore in cui si trova si aprono su un mondo che non conosce. Non ricorda come ci sia arrivato, né alcun particolare del suo passato, a eccezione del proprio nome di battesimo. Con lui ci sono altri ragazzi, tutti nelle sue stesse condizioni, che gli danno il benvenuto nella Radura, un ampio spazio limitato da invalicabili mura di pietra, che non lasciano filtrare neanche la luce del sole. L’unica certezza dei ragazzi è che ogni mattina le porte di pietra del gigantesco Labirinto che li circonda vengono aperte, per poi richiudersi di notte. Ben presto il gruppo elabora l’organizzazione di una società disciplinata dai Custodi, nella quale si svolgono riunioni dei Consigli e vigono rigorose regole per mantenere l’ordine. Ogni trenta giorni qualcuno si aggiunge a loro dopo essersi risvegliato nell’ascensore. Il mistero si infittisce quando – senza che nessuno se lo aspettasse – arriva una ragazza. È la prima donna a fare la propria comparsa in quel mondo, ed è il messaggio che porta con sé a stupire, più della sua stessa presenza. Un messaggio che non lascia alternative. Ma in assenza di qualsiasi altra via di fuga, il Labirinto sembra essere l’unica speranza del gruppo… o forse potrebbe rivelarsi una trappola da cui è impossibile uscire.
Autori: James Dashner
Pubblicazione: 2015
Titolo originale: The Maze Runner
Numero di pagine: 407
Editore: Fanucci Editore
ISBN: 9788834728987
Prezzo: da 8,99 €

[Foto] Il Natale “selezionato”!

Ultimamente non parlo d’altro su questo blog, ma si allunga ancora la lista degli “scatti selezionati”!

Questo è il mio scatto, fatto qualche giorno fa: è la piazza di Fabriano, con il suo albero di Natale che fa compagnia alla fontana Sturinalto. Questa foto aveva già meritato un re-tweet da Marche Tourism qualche giorno fa.

Lo ha apprezzato Fotografando l’Italia (che era da un po’ che non veniva a farmi visita), ecco lo screen:

Fabriano Natale

E qui il repost su Instagram.

Il mio scatto originale è questo:

Piccolo ripasso circa le altre foto che sono state “notate” in precedenza:

[Foto] Ancora Natale a Fabriano!

Sì, sono di nuovo qui a segnalare un altro re-tweet ricevuto da Marche Tourism! Si tratta di un’altra foto all’albero di Natale con vista sulla fontana, a Fabriano (AN), pubblicato come sempre sul mio profilo Instagram:

Il mio tweet originale è questo:

Il post di Instagram invece è questo:

Queste le altre foto che sono state “notate” in precedenza:

[Foto] Christmas Time in Fabriano (Dec. 10th, 2017)

Ho beccato un altro re-tweet da un profilo un po’ più seguito del mio! Si tratta di una delle foto all’albero di Natale innalzato a Fabriano (AN), pubblicato come al solito sul mio profilo Instagram: è piaciuto a Turismo Marche, che ha fatto immediatamente un retweet.

Il mio tweet originale è questo:

Il post di Instagram invece è questo:

Queste le altre foto che sono state “notate” in precedenza: