[Foto] Lecce 22 – 25 Febbraio 2017

Ultimo aggiornamento:

Toccata e fuga a Lecce (e puntatina a Porto Cesareo) nei giorni scorsi. Non è stato un viaggetto di piacere e nemmeno una vacanza, ma sono comunque riuscita ad approfittarne per fare delle passeggiate in strade familiari.

Prima visita alla Cattedrale metropolitana di Maria Santissima Assunta, meglio conosciuta come il Duomo di Lecce, in uno scatto by night.
A seguire il Palazzo del Seggio, più conosciuto come “il Sedile”, in Piazza Sant’Oronzo. Accanto si intravede una chiesetta, intitolata a San Marco.
Ultimo scatto della sera, l’esterno del Teatro Apollo, finalmente libero dalle impalcature che lo hanno imprigionato per anni ed inaugurato lo scorso 3 febbraio. Si trova in via Trinchese, una delle vie principali che compongono il centro storico.
Ancora centro storico: questo è il portone della Chiesa di Santa Teresa.
Nella via che conduce al Duomo leccese, un artista di strada che suona il piano. A quanto pare, esegue solo musica italiana e si sposta nelle varie vie del centro storico.
Il Campanile del Duomo, si trova alla sinistra di quest’ultimo.
Una parte dell’Anfiteatro Romano, si vede anche il “Sedile”. Anche l’Anfiteatro si trova in Piazza Sant’Oronzo ed è visibile solo per un terzo: il resto della struttura è ancora sottoterra, perchè in superficie abbiamo diversi edifici, tra cui una chiesa, costruiti prima della scoperta dell’Anfiteatro.
Durante il periodo natalizio, all’interno dell’Anfiteatro viene allestito un presepe con statue a grandezza naturale, su cui campeggia un’enorme stella cometa.
Uno dei gattoni “padroni” dell’Anfiteatro.
Il campanile del Duomo visto dall’Anfiteatro.
Questo palazzo si trova frontalmente a quello della Provincia.
Il portone d’ingresso del Palazzo dei Celestini, ex-convento dei padri celestini, attualmente sede della Prefettura e della Provincia. Alla sua destra si trova la Basilica di Santa Croce, al momento interamente nascosta da impalcature dovute ai lavori di restauro della facciata.
L’ingresso, che ci permette di intravedere una piccola parte dell’interno del Palazzo dei Celestini.
In queste ultime tre foto, le papere che ho trovato a Porto Cesareo. Fino a qualche anno fa non c’erano, mi piacerebbe scoprire da dove sono saltate fuori!
Ultima foto prima di tornare a Lecce… il brutto tempo non ci è stato molto d’aiuto.
Ultima foto in notturna: uno dei vicoli leccesi.

Per rimanere sempre aggiornati seguitemi anche su Facebook: _Mike_

Precedente Gratis online il corso di fotografia di Harvard! Successivo L'umanità non è morta soltanto ieri.